.
Annunci online

geco

LIGABUE - M'ABITUERO'

Musica 20/12/2011

LIGABUE
M'ABITUERO'
M'abituerò a non trovarti
m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
m'abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai

Alla fine
c'è sempre uno strappo
e c'è qualcuno che ha strappato di più
Non è mai
qualcosa di esatto
chi ha dato ha dato e poi
chi ha preso ha preso tutto quel che c'era
non conta più sapere chi ha ragione
non conta avere l'ultima parola
ora

M'abituerò a non trovarti
m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
m'abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai

Alla fine
non è mai la fine
ma qualche fine dura un po' di più
Da qui in poi
si può solo andare
ognuno come può
portando nel bagaglio quel che c'era
e le macerie dopo la bufera
ricordi belli come un dispiacere
ora

M'abituerò a non trovarti
m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
m'abituerò a non pensarti
quasi mai, quasi mai, quasi mai

M'abituerò a non trovarti
io m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
m'abituerò a non pensarti io m'abituerò, quasi mai quasi mai

M'abituerò a non trovarti
io m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
m'abituerò a non pensarti io m'abituerò, quasi mai quasi mai

"CAMPOVOLO 2.011" (2011)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ligabue 2011

permalink | inviato da gennaro coretti il 20/12/2011 alle 21:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

LIGABUE - CERTE NOTTI

Musica 20/12/2011

LIGABUE
CERTI NOTTI
Certe Notti la macchina è calda
e dove ti porta lo decide lei
Certe notti la strada non conta
e quello che conta è sentire che vai
Certe notti la radio che passa Neil Young
sembra avere capito chi sei
Certe notti somigliano a un vizio
che tu non vuoi smettere, smettere mai

Certe notti fai un po' di cagnara
che sentano che non cambierai più
Quelle notti fra cosce e zanzare
e nebbia e locali a cui dai del tu
Certe notti c'hai qualche ferita
che qualche tua amica disinfetterà
Certe notti coi bar che son chiusi
al primo autogrill c'è chi festeggerà

E si può restare soli, certe notti qui
chi s'accontenta gode, così così
Certe notti o sei sveglio, o non sarai sveglio mai
ci vediamo da Mario prima o poi

Certe notti ti senti padrone
di un posto che tanto di giorno non c'è
Certe notti se sei fortunato
bussi alla porta di chi è come te
C'è la notte che ti tiene tra le sue tette
un po' mamma un po' porca com'è
Quelle notti da farci l'amore
fin quando fa male fin quando ce n'è

Non si può restare soli
certe notti qui
che se ti accontenti godi
così così.
Certe notti son notti
o le regaliamo a voi
tanto Mario riapre, prima o poi

Certe notti qui, certe notti qui, certe notti qui, certe notti....

Certe notti sei solo più allegro
più ingordo, più ingenuo e coglione che puoi
quelle notti son proprio quel vizio
che non voglio smettere, smettere, mai

Non si può restare soli
certe notti qui
che chi s'accontenta gode, così, così
Certe notti sei sveglio
o non sarai sveglio mai
ci vediamo da Mario
prima o poi

Certe notti qui, certe notti qui, certe notti qui...

"CAMPOVOLO 2.011" (2011)     < NEL MIO IPOD

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ligabue 2011

permalink | inviato da gennaro coretti il 20/12/2011 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

LIGABUE - CI SEI SEMPRE STATA

Musica 20/12/2011

LIGABUE
CI SEI SEMPRE STATA
Più ti guardo e meno lo capisco
da che posto vieni
Forse sono stati tanti posti
tutti da straniera

Chi ti ha fatto gli occhi e quelle gambe
ci sapeva fare
Chi ti ha dato tutta la dolcezza
ti voleva bene

Quando il cielo non bastava
non bastava la brigata
Eri solo da incontrare
ma, tu ci sei sempre stata

Quando si allungava l'ombra
sopra tutta la giornata
Eri solo più lontana
ma, tu ci sei sempre stata

Più ti guardo e più mi meraviglio
e più ti lascio fare
Che ti guardo e anche se mi sbaglio
almeno sbaglio bene

Il futuro è tutto da vedere
tu lo vedi prima
Me lo dici vuoi che mi prepari
e sorridi ancora

Quando il tempo non passava
non passava la nottata
Eri solo da incontrare
ma, tu ci sei sempre stata

E anche quando si gelava
con la luna già cambiata
eri solo più lontana
ma, tu ci sei sempre stata

Nemmeno un bacio
che sia stato mai sprecato
Nemmeno un gesto così, così
nemmeno un bacio
che sia stato regalato
nemmeno un gesto così
tanto per così

Più ti guardo e meno lo capisco
quale giro hai fatto
ora parte tutto un altro giro
e ho già detto tutto

Quando il cielo non bastava
non bastava la brigata
Eri solo da incontrare
ma, tu ci sei sempre stata

Quando il tempo non passava
non passava la nottata
Eri solo più lontana
ma, tu ci sei sempre stata

"CAMPOVOLO 2.011" (2011)   < NEL MIO IPOD

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ligabue 2011 Album

permalink | inviato da gennaro coretti il 20/12/2011 alle 21:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

LIGABUE - LE DONNE LO SANNO

Musica 20/12/2011

LIGABUE
LE DONNE LO SANNO
Le donne lo sanno
c'è poco da fare
c'è solo da mettersi in pari col cuore
Lo sanno da sempre
Lo sanno comunque per prime

Le donne lo sanno
che cosa ci vuole
Le donne che sanno
da dove si viene
e sanno per qualche motivo
che basta vedere

E quelle che sanno
spiegarti l'amore
o provano almeno
a strappartelo fuori
e quelle che mancano
sanno mancare
e fare più male

Possono ballare un po' di più
possono sentir girar la testa
possono sentire un po' di più
un po' di più

Le donne lo sanno
chi paga davvero
lo sanno da prima
quand'è primavera
o forse rimangono pronte
e il tempo che gira

Le donne lo sanno
com'è che son donne
e sanno sia dove
sia come sia quando
Lo sanno da sempre
di cosa stavamo parlando

E quelle che sanno
spiegarti l'amore
o provano almeno
a strappartelo fuori
E quelle che mancano
sanno mancare
e fare più male

Vogliono ballare un po' di più
Vogliono sentir girar la testa
Vogliono sentire un po' di più
un po' di più

Possono ballare un po' di più
possono sentir girar la testa
possono sentire un po' di più
un po' di più

Al limite del piacere
Al limite dell'orrore
Conoscono posti in cui non vai
non vai

Le donne lo sanno
che niente è perduto
che il cielo è leggero
però non è vuoto
Le donne lo sanno
le donne l'han sempre saputo

Vogliono ballare un po' di più
Vogliono sentir girar la testa
Vogliono sentire un po' di più
un po' di più

Al limite del dolore
Al limite dell'amore
Conoscono voci che non sai
non sai, non sa

"CAMPOVOLO 2.011"

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ligabue 2011

permalink | inviato da gennaro coretti il 20/12/2011 alle 21:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa